Azienda SMARTLa Rivoluzione Digitale sta cambiando il MondoStrumenti per innovareTecnologie abilitantiTrend ed Indicatori

[Industry 4.0] – In Cina in un anno +30% i robot. In Italia tanti bla,bla, bla

La crescita dei robot industriali in Cina rispetto al 2015 questo settore ha avuto una crescita del 30,4%.

Si parla di almeno 72mila nuove macchine nell’ultimo anno.

In Italia tante discussioni se e quanta manodopera i robot toglieranno.

In Cina che già ci ha portato via gran parte della produzione, accelera.

Lo sforzo del governo

Nel 2015 la provincia di Guangdong, uno dei maggiori centri di produzione della Cina, ha annunciato di voler spendere circa 150 miliardi di dollari per favorire la produzione industriale basata sui robot.

Non è un caso che negli ultimi tempi in Cina siano nate oltre 3mila aziende produttrici di robot, o almeno di parti necessarie alla realizzazione di queste macchine.

La Cina e i robot

La Cina è già il più grande produttore mondiale di robot industriali (guarda caso).

Il Paese ha una quota di circa il 27% del mercato globale.

La Cina è il più grande acquirente di robot al mondo.

Si calcola che le aziende cinesi abbiano spesso circa 3 miliardi di dollari per acquistare dispositivi robotici nell’ultimo periodo. Tutti questi dati derivano da una ricerca della Federazione Internazionale di Robotica (IFR).

Nonostante la rapida crescita, in Cina l’industria della robotica deve ancora arrivare a livelli di eccellenza assoluta.

La maggior parte dei robot industriali che la Cina produce, infatti, non sono molto complessi e non sono paragonabili con quelli realizzati in Giappone o in Svizzera. In questa ottica le aziende cinesi stanno iniziando a comprare società estere.

Dove non arrivano con le loro strutture, i cinesi sembrano disposti a comprare le competenze altrui pur di arrivare il prima possibile all’automazione totale dell’industria.

E noi lì a bollire con tanti bla, bla bla.

Beh forse è meglio cominciare a fare qualcosa.

Cominciamo a scoprire il bandolo della matassa da –> QUI

Comment here