Il Mondo sta cambiando. Fermare Uber, non sarà sufficiente per salvare i tassisti

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

In Italia l’applicazione UBER per chiamare un’auto da smartphone potrebbe essere fermata dai tribunali. Comunque vada il mondo della mobilità non sarà più lo stesso

Uber sembrava “morta” in Italia, poi è arrivato un rinvio e sarà ancora operativa fino a nuovo pronunciamento. Ma se anche Uber morisse ne nesceranno altre che andranno a coprire un mercato in gran parte inesplorato.

Certamente Uber ha incontrato e sta incontrando una serie di ostacoli sul suo cammino. Ma il mercato che copre è ancora così limitato a livello internazionale che non si può non ipotizzare, nel medio periodo, una sua naturale espansione.

 Ora è evidente che il cambiamento che la digitalizzazione e la sharing economy sta realizzando non lascerà nulla come era prima.

Ma cosa faranno quandole auto si guideranno da sole (4-5) anni?

Certo negli ultimi mesi, per UBER la situazione si è rapidamente evoluta verso nuove complicazioni e grattacapi. Ad oggi non tutti sono così sicuri che la società continuerà a dominare il mercato.

Ma, se non sarà Uber, ci saranno realtà analoghe o contigue, non solo nel nostro Paese ma in tutto il mondo.

Alcune ce ne sono già, altre stanno nascendo e nasceranno.

Con buona pace dei tassisti italiani, che peraltro, stimolati dalla concorrenza con Uber, hanno lanciato loro applicazioni come  ItTaxi, MyTaxi e AppTaxi. Ma non resterenno sicuramente le sole.

L’innovazione sta cambiando il Mondo

More to explorer

FAQ . Tutte le risposte per cogliere la trasformazione digitale

Previous
Next

Approfondisci per diventare un esperto di transizione digitale

Mi iscrivo alla newsletter!

Complimenti!

...se stai leggendo "Il Mondo sta cambiando. Fermare Uber, non sarà sufficiente per salvare i tassisti" allora sei pronto per il livello successivo.

Clicca sul video per scoprire tutto sul percorso

"Costruiamo il futuro 4.0. Tutti protagonisti"